Recensione Astrobot VR

Un “must have” per i possessori del VR

SIE Japan Studio mette un piede nell’olimpo dei giochi disponibili per Playstation VR. Dopo l’ottima esperienza del mini-gioco “Robot Rescue” (un platform nel quale scovare dei robottini nascosti in giro per il livello) presente nel gioco “Playroom VR” ed i feedback positivi degli utenti, la divisione Asobi si è messa al lavoro per accontentare i fan e…

Il 3 ottobre 2018 arriva sugli scaffali Astrobot: Rescue Mission.

Un alieno brutto e cattivo prende a mazzate l’astro ship, distruggendone alcuni componenti e facendo disperdere nello spazio tutti i robottini; nè rimane solo uno: il piccolo Astro (Highlander) bot. Il nostro obiettivo è recuperarli tutti e 212, scrutando ogni anfratto di ben 5 mondi suddivisi in 4 stage ed 1 bossfight ciascuno.

La nostra visuale è virtualizzata da quella di un mega-robot che segue e guida il piccolo Astrobot lungo tutti i livelli. Noioso? Assolutamente no, perchè la nostra presenza è in forma attiva. Con il pad muoviamo il nostro piccolo Astro mentre guardandoci attorno, alzandoci in piedi oppure oscillando, possiamo schivare missili, infilare la testa in relitti subacquei o distruggere a testate determinate strutture (oltre a fare due palleggi di testa con un antipatico “calcio-bot”).

L’immersività è totale. Il design dei livelli lascia spesso e volentieri a bocca aperta; colori accesi e modelli semplici ma studiati ti fanno dimenticare di essere seduto sul divano. Il level-design non è originale in senso stretto perchè scenari sopra le nuvole, in un cimitero o sotto il mare (e molti altri) sanno di deja vù ma col visore è tutta un’altra storia. Provare per credere. Se poi aggiungiamo una colonna sonora che si adatta egregiamente al tema grafico, la nostra percezione fa bingo.

Il connubio Pad e visore entrano spesso in simbiosi. Il pad non serve solo a guidare Astro nei livelli ma si può equipaggiare con 7 differenti dotazioni: tra cui idrante, rampino e minigun spara biglie, ognuna essenziale per superare gli ostacoli e farlo proseguire nel percorso. La giocabilità è altamente intrattenente e tra giochi da me provati per VR merita il primo posto.

L’esperienza trasmette felicità e positività. Astro è un robottino al quale vi affezionerete fin da subito.

CONTINUA…